Montesarchio

  • Storia:

Montesarchio (300m s.l.m.) è il comune più popoloso della provincia, dopo il capoluogo Benevento e ha assunto il titolo di città nel 1997. Dal 2017 fa parte dei Borghi più belli d’Italia (l’unico del beneventano).

L’emblema della città è rappresentato dalla figura mitologica di Ercole, il cui culto era riconosciuto al tempo dei Sanniti caudini (più influenzati dalle colonie greche).

Il paese si trova più o meno al centro di un triangolo di territorio compreso tra le città di Avellino, Benevento e Caserta, nel cuore della Valle Caudina, che trae il nome da Caudium, antica città sannita, che corrisponde più o meno all’attuale Montesarchio.

La fama di Caudium è dovuta principalmente alla “battaglia” delle Forche Caudine (321 a.C. – II guerra sannitica). In realtà, più che una battaglia fu una vera e propria imboscata perché i Sanniti, guidati da Gaio Ponzio Telesino, approfittarono del fatto di conoscere meglio il territorio ma anche della scarsa mobilità dell’esercito romano.

Successivamente i Caudini, insieme alle altre tribù sannite, vengono sconfitti e sottomessi da Roma. La città, che in epoca sannita era capitale dei Caudini, sotto il dominio romano perde rilevanza sul piano politico, ma mantiene una certa prerogativa commerciale grazie al passaggio della via Appia, la Regina Viarum, edificata a partire dal 312 a.C., che collegava Roma a Brindisi, il più importante porto per la Grecia e l’Oriente.

Con la caduta dell’Impero Romano d’Occidente e il progressivo declino delle città, gli abitanti di Caudium si spostano: abbandonano la valle per raggiungere il colle roccioso che si trova più a nord, il Ciaurno, già utilizzato in tempi antichi come punto di avvistamento e possibile fortificazione.

Sotto la dominazione dei longobardi nasce l’agglomerato urbano chiamato Latovetere, tipicamente medievale, con le case addossate al castello e alla torre. All’epoca normanna, invece, si fa risalire la formazione del lato ovest del paese che assunse la denominazione di Latonuovo.

Molti furono nel tempo i signori che si succedettero nel possesso di Montesarchio e del suo territorio, dai Longobardi ai Normanni, dagli Angioini agli Aragonesi.

Tra le famiglie più importanti che ebbero in possesso il feudo di Montesarchio ci furono i Carafa, ma soprattutto i D’Avalos, che lo ebbero col titolo di principato fino all’Unità d’Italia, quando il Comune di Montesarchio fu annesso alla provincia di Benevento.

Nella prima metà del XIX sec., prima dell’Unità, furono concessi, dai D’Avalos a Ferdinando II di Borbone, il castello e la torre per essere trasformati in luogo di prigionia per i patrioti del Risorgimento.

Il centro storico di Montesarchio si presenta quindi come un insieme di borghi caratterizzate da stili propri delle varie epoche in cui sono stati realizzati, ma fusi armoniosamente tra vicoli e scalinate a confluire prospetticamente verso il cuore pulsante del paese, ossia l’antica piazza del mercato (oggi piazza Umberto I), che iniziò a svilupparsi con l’istituzione cinquecentesca della dogana del grano, quando il paese si trasformò in un fiorente centro agricolo. Nel Settecento fu completata l’espansione verso valle, mentre all’Ottocento si deve l’ampliamento più importante della città intorno alle strade di collegamento con il Castello, ma il vero sviluppo urbano è databile nel secondo dopoguerra, avvenuto nella parte bassa del paese, lungo la Via Appia.

 

  • La nostra Pro Loco:

La Pro Loco di Montesarchio nasce il 21 dicembre 1971. Da cinquant’anni si pone lo scopo di promuovere il patrimonio storico artistico e culturale della città. Nel corso degli anni ha saputo creare un terreno fertile per la valorizzazione del territorio tramite la tutela delle tradizioni locali, la divulgazione e la promozione della storiografia della Valle Caudina, la creazione di eventi ad hoc tra cui il più importante è Giorni al Borgo. La sede, situata nel centro di Montesarchio in Palazzo Iadanza, funge da ufficio di informazione turistica.

 

  • Articoli:

 

Indirizzo:

p.zza Carlo Poerio, 31 (Palazzo Iadanza) 82016 Montesarchio (BN)

Contatti:

link al sito web: http://www.prolocomontesarchio.it

e-mail:

  1. prolocomontesarchio@virgilio.it
  2. montesarchio@unplibenevento.it

telefono: 0824041576

Pagine social ufficiali: 

http://www.facebook.com/prolocomontesarchio

https://www.instagram.com/prolocomontesarchio/?utm_medium=copy_link